Quali creme solari sono più adatte in gravidanza? Consigli per le neomamme

Quali creme solari sono più adatte in gravidanza? Consigli per le neomamme

Quali creme solari sono più adatte in gravidanza? Consigli per le neomamme

Prendere il sole in totale sicurezza: quali creme solari usare in gravidanza

La gravidanza è sicuramente uno dei periodi più impegnativi nella vita di una donna. Se da una parte si vive costantemente l’emozione di diventare mamma, magari per la prima volta, dall’altra sicuramente le preoccupazioni non mancano.

Quando il periodo della gestazione comprende i mesi estivi, le domande più frequenti che vengono poste sono se l’azione dei raggi solari può creare qualche problema al piccolo in grembo e se è possibile prendere l’abbronzatura in gravidanza.

Prima di tutto sfatiamo un vecchio mito: le donne incinte possono tranquillamente prendere la tintarella, sebbene con qualche precauzione in più rispetto alla norma.

Se durante la tua gravidanza vuoi andare al mare o in piscina e avere una pelle dorata e abbronzata, puoi farlo tranquillamente tenendo in considerazione alcuni fattori, tra cui, sicuramente, quali creme solari usare in gravidanza

Quali creme solari usare in gravidanza: gli effetti dell’esposizione al sole

Abbiamo già chiarito che prendere l’abbronzatura in gravidanza è possibile ma, la prima regola è quella di utilizzare una protezione totale

Durante il periodo della gestazione il corpo della donna subisce un incremento della produzione di melanina, il pigmento che da colore alla nostra pelle. Prendere il sole senza protezioni espone le donne incinte al rischio di macchie scure sulla pelle, chiamate cloasma.

Queste macchie, che in genere colpiscono soprattutto la zona del viso, scompaiono, generalmente, dopo il parto ma, per evitare spiacevoli inestetismi o renderle troppo evidenti, utilizzare una crema con un buon fattore di protezione è sicuramente la scelta giusta. 

Inoltre, esporsi al sole senza un minimo di protezione può portare al rischio di eritemi solari e scottature, che non sono condizioni molto piacevoli.

Per quanto riguarda il nascituro invece, fino a qualche tempo fa si pensava che il sole potesse essere nocivo. Oggi, in realtà, sappiamo che la Vitamina D è essenziale per lo sviluppo del feto e prendere il sole è sicuramente la fonte migliore per lo sviluppo di questa sostanza essenziale al nostro corpo e a quello del bambino.

Ciononostante, è sempre bene evitare le ore più calde della giornata e rimanere costantemente idratate, in modo da prendere l’abbronzatura in gravidanza in totale sicurezza, sia per te che per il tuo bambino.

Chiarito questo punto, andiamo a vedere quali creme solari usare in gravidanza e come proteggersi dai raggi UV.

Come evitare le smagliature nonostante l’abbronzatura in gravidanza

Il periodo della gestazione porta con se tantissimi cambiamenti del corpo e, molti di questi possono essere accentuati da fattori esterni, come ad esempio l’esposizione al sole e le macchie solari.

Un altro inestetismo della pelle molto comune durante la gestione è quello delle smagliature. Queste sono delle vere e proprie cicatrici che compiano quando la pelle viene sottoposta ad un allungamento continuo fino al punto in cui la sua elasticità viene meno. 

L’abbronzatura e l’esposizione al sole possono accentuare molto le smagliature e l’utilizzo delle creme solari può aiutare a prevenire questo fenomeno ma, in linea generale, per prevenire la comparsa di questi inestetismi è possibile utilizzare dei prodotti specifici.

La linea Rilastil gravidanza con la sua vasta gamma di prodotti, come la crema emolliente e elasticizzante per le smagliature offre un validissimo supporto per contrastare questo inestetismo grazie alla sua forte azione elasticizzante.

Come scegliere la crema solare in gravidanza?

Prima di capire quali creme solari usare in gravidanza, è utile ricordare che, fluida o spray, la crema va applicata su tutto il corpo circa 15-20 minuti prima dell’esposizione al sole e deve essere riapplicata ogni 2-3 ore.

Magari potrebbe sembrare un consiglio banale e sicuramente già ne eri a conoscenza, ma queste tempistiche sono fondamentali per permettere alla pelle di assorbire la protezione e, soprattutto, per non rimanere mai scoperta.

Inoltre, visto che quando si prende l’abbronzatura in gravidanza è buona abitudine seguire precauzioni maggiori, un ottimo consiglio è quello di rimettere la protezione ogni volta che si esce dall’acqua, anche se si sta utilizzando una crema “waterproof”.

Ma il livello di protezione? 

Questa è sicuramente una delle domande più importanti da fare. Anche se hai una pelle molto scura e, di solito, utilizzi una protezione bassa, quando stai prendendo l’abbronzatura in gravidanza usa sempre una protezione SPF50+ che scherma ogni tipo di radiazione solare.

Quali creme solari utilizzare in gravidanza: i prodotti più adatti

Per capire quali creme solari utilizzare in gravidanza, come abbiamo detto, la soluzione migliore è quella di orientarsi su una crema a protezione massima, che schermi tutti i tipi di raggi solari.

Un prodotto molto utilizzato, ad esempio, è la crema schermo minerale di Avene. Questa protezione 50+ è molto indicata per pelli sensibili e adatta a proteggere viso e collo. 

Per la protezione del corpo è molto indicata la crema solare Melascreen, efficace nel contrastare e ridurre la comparsa delle macchie solari.

Quando si parla di raggi solari si citano sempre gli UVA, che rappresentano il 90% di tutti i raggi UV ma, per un protezione completa è bene utilizzare una crema che sia in grado di schermare anche gli UVB come, ad esempio, Anthelios Xl di La Roche Posay.

Infine, per una protezione totale anche dopo essere tornati a casa è bene idratare la pelle con un doposole delicato e lenitivo.

Ora che sai quali creme solari utilizzare in gravidanza, consulta lo shop online di Farmacia Uno e approfitta delle tante offerte che trovi sul nostro sito.



Ministero della Salute - Clicca qui per verificare se questo sito web è legale
Codice univoco assegnato dal Ministero della Salute: 13127
Data inizio attività: 29-06-2016
Documento di autorizzazione: scarica il documento