Farmacia 1 è TOP RATED su Feedaty
4.8/5 punteggio medio su oltre 90.000 recensioni

Alimenti Speciali

Articoli 1-48 di 4481

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Articoli 1-48 di 4481

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Cosa si intende per alimenti a fini medici speciali?

Con alimenti a fini medici speciali (indicati anche con la sigla AFMS) si fa riferimento a tutti quei prodotti alimentari elaborati o formulati per la corretta alimentazione di pazienti con specifiche esigenze nutrizionali. Sono rivolti a tutti quei soggetti affetti da una specifica malattia, un disturbo o uno stato patologico che determinano una vulnerabilità nutrizionale, cioè l’impossibilità o la forte difficoltà ad alimentarsi utilizzando i comuni alimenti.

È importante sottolineare come questi alimenti speciali devono essere utilizzati solo sotto attenta supervisione medica e devono riportare sull’etichetta informazioni accurate sull’uso a cui sono destinati.

Quando sono consigliati gli alimenti speciali

Gli alimenti speciali sono consigliati a tutti quei pazienti affetti da malattie o disturbi patologici che non possono assumere, digerire, assorbire, metabolizzare o eliminare (totalmente o solo in parte) i classici alimenti. Ad esempio, sono dei validi aiuti per i pazienti oncologici in quanto possono aiutare a prevenire e trattare la malnutrizione calorico-proteica.

Il Regolamento 609/13 individua tre categorie di alimenti speciali:

  • Prodotti completi da un punto di vista nutrizionale con una formulazione standard delle sostanze nutritive
  • Prodotti completi da un punto di vista nutrizionale con una formulazione delle sostanze nutritive adatta ad una specifica malattia, disturbo o stato patologico
  • Prodotti incompleti da un punto di vista nutrizionale con una formulazione delle sostanze nutritive standard o adattata ad una specifica malattia, disturbo o stato patologico, che non possono rappresentare l’unica fonte di alimentazione giornaliera.

Come fare una colazione ipocalorica

La colazione è uno dei pasti più importanti ed è quella che consente di iniziare al meglio la giornata. Nello specifico, una colazione ipocalorica e sana è quello che ci vuole per assimilare energia e per perdere peso. Infatti, attraverso l’assunzione di alimenti speciali e ben bilanciati, l’organismo riceverà i nutrienti di cui ha bisogno e ciò si trasformerà in un benessere prolungato e duraturo.

Per iniziare la giornata con cibi ipocalorici e ricevere così l’energia di cui si ha bisogno per affrontare la giornata è importante creare una routine varia e bilanciata. A tal proposito è consigliato assumere:

  • Fiocchi d’avena
  • Latte e derivati
  • Prodotti a base di cereali integrali
  • Legumi
  • Frutta e verdure di stagione
  • Frutta a guscio e semi
  • Miele o marmellata
  • Vitamine e Sali minerali

Cosa si intende per cibi ipocalorici?

Con cibi ipocalorici si intendono tutti quegli alimenti in grado di fornire meno calorie rispetto agli altri. Generalmente si tratta di prodotti assunti da coloro che desiderano perdere peso, ma è stato dimostrato che sono fondamentali anche per coloro che hanno bisogno di un’alimentazione sana ed equilibrata, in quanto consentono di tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi.

Una dieta ipocalorica è un regime alimentare che prevede un apporto energetico quotidiano inferiore a quello richiesto dall’organismo, è per questo che è importante precisare che prima di iniziarne una, specialmente se si è sottopeso, è consigliabile chiedere il parere ad un esperto.

Con alimenti a fini medici speciali (indicati anche con la sigla AFMS) si fa riferimento a tutti quei prodotti alimentari elaborati o formulati per la corretta alimentazione di pazienti con specifiche esigenze nutrizionali. Sono rivolti a tutti quei soggetti affetti da una specifica malattia, un disturbo o uno stato patologico che determinano una vulnerabilità nutrizionale, cioè l’impossibilità o la forte difficoltà ad alimentarsi utilizzando i comuni alimenti.

È importante sottolineare come questi alimenti speciali devono essere utilizzati solo sotto attenta supervisione medica e devono riportare sull’etichetta informazioni accurate sull’uso a cui sono destinati.

Quando sono consigliati gli alimenti speciali

Gli alimenti speciali sono consigliati a tutti quei pazienti affetti da malattie o disturbi patologici che non possono assumere, digerire, assorbire, metabolizzare o eliminare (totalmente o solo in parte) i classici alimenti. Ad esempio, sono dei validi aiuti per i pazienti oncologici in quanto possono aiutare a prevenire e trattare la malnutrizione calorico-proteica.

Il Regolamento 609/13 individua tre categorie di alimenti speciali:

  • Prodotti completi da un punto di vista nutrizionale con una formulazione standard delle sostanze nutritive
  • Prodotti completi da un punto di vista nutrizionale con una formulazione delle sostanze nutritive adatta ad una specifica malattia, disturbo o stato patologico
  • Prodotti incompleti da un punto di vista nutrizionale con una formulazione delle sostanze nutritive standard o adattata ad una specifica malattia, disturbo o stato patologico, che non possono rappresentare l’unica fonte di alimentazione giornaliera.

Come fare una colazione ipocalorica

La colazione è uno dei pasti più importanti ed è quella che consente di iniziare al meglio la giornata. Nello specifico, una colazione ipocalorica e sana è quello che ci vuole per assimilare energia e per perdere peso. Infatti, attraverso l’assunzione di alimenti speciali e ben bilanciati, l’organismo riceverà i nutrienti di cui ha bisogno e ciò si trasformerà in un benessere prolungato e duraturo.

Per iniziare la giornata con cibi ipocalorici e ricevere così l’energia di cui si ha bisogno per affrontare la giornata è importante creare una routine varia e bilanciata. A tal proposito è consigliato assumere:

  • Fiocchi d’avena
  • Latte e derivati
  • Prodotti a base di cereali integrali
  • Legumi
  • Frutta e verdure di stagione
  • Frutta a guscio e semi
  • Miele o marmellata
  • Vitamine e Sali minerali

Cosa si intende per cibi ipocalorici?

Con cibi ipocalorici si intendono tutti quegli alimenti in grado di fornire meno calorie rispetto agli altri. Generalmente si tratta di prodotti assunti da coloro che desiderano perdere peso, ma è stato dimostrato che sono fondamentali anche per coloro che hanno bisogno di un’alimentazione sana ed equilibrata, in quanto consentono di tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi.

Una dieta ipocalorica è un regime alimentare che prevede un apporto energetico quotidiano inferiore a quello richiesto dall’organismo, è per questo che è importante precisare che prima di iniziarne una, specialmente se si è sottopeso, è consigliabile chiedere il parere ad un esperto.

Leggi tutto