Quali sono i sintomi della glicemia alta negli adulti?

Quali sono i sintomi della glicemia alta negli adulti?

Sintomi della glicemia alta e del diabete: ecco come riconoscerli

Negli ultimi giorni ti sembra di bere acqua molto più spesso, nonostante non faccia ancora molto caldo?  Soprattutto se nella tua famiglia qualcuno soffre di diabete, potrebbe dipendere dalla glicemia alta, ovvero da una maggiore concentrazione di glucosio nel sangue, un paramento fondamentale da tenere sotto controllo per il benessere del nostro organismo.

Ma nello specifico, quali sono i sintomi della glicemia alta che fanno scattare il campanello d’allarme e, soprattutto, come tenerla sotto controllo?

Ecco le possibili cause della glicemia alta

Il glucosio è lo zucchero necessario per dare energia alle nostre cellule e agli organi.

Quando però, il suo livello nel sangue diventa troppo alto, si parla di iperglicemia, e possono verificarsi delle serie complicazioni.

Ma come fa il nostro corpo a far sì che ci sia la giusta quantità di glucosio nel sangue? Semplice, grazie all’insulina, l’ormone responsabile di immagazzinare e gestire il glucosio: a volte questa sostanza può non essere presente nelle dovute quantità nel nostro corpo o addirittura non funzionare nel modo corretto, provocando uno stato di iperglicemia.

Le cause della glicemia alta più comuni sono:

- Diabete mellito, una patologia cronica gravata da complicanze dovute ad una ridotta produzione di insulina o da una sua inadeguata funzione.

- Uso di farmaci, come steroidi, beta-bloccanti e antipsicotici.

- Patologie (pancreatiche ed endocrinologiche).

- Patologie gravi (infettive, post-chirurgiche, ecc.) che possono provocare una iperglicemia transitoria.

Sintomi della glicemia alta: quali sono?

Se si verificasse uno stato di iperglicemia il nostro corpo potrebbe mandarci dei segnali, che però da soli non basterebbero per arrivare alla diagnosi di diabete.

Infatti, è essenziale effettuare delle analisi del sangue specifiche.

Tuttavia, un importante campanello d’allarme può essere attivato da quelli che vengono considerati i tipici sintomi del diabete:

- Sete e arsura: la glicemia alta potrebbe portare ad avere un senso costante di sete e di bocca asciutta e nonostante l’assunzione di molti liquidi è una sete che sembra non placarsi mai.

- Ferite che guariscono lentamente: le ferite che si rimarginano meno velocemente possono essere un sintomo dell’iperglicemia ma anche di altre patologie.

- Necessità di urinare spesso (anche di notte): può essere uno dei sintomi del diabete.

- Sudorazione e prurito: è bene fare caso anche alla sudorazione che in queste situazioni risulta maggiore. La pelle, inoltre, potrebbe prudere più frequentemente.

Questi elencati possono essere sintomi del diabete, ma per accertarsene è importante rivolgersi subito al proprio medico ed effettuare delle analisi specifiche.

Come tenere sotto controllo la glicemia in 4 mosse

In generale, soprattutto in caso di familiarità come fattore di rischio per il diabete mellito e in presenza di alcuni sintomi della glicemia alta, è importante controllare i livelli di glucosio nel sangue, adottando delle sane abitudini:

1. Seguire un’alimentazione bilanciata: limitare le farine raffinate che hanno un alto indice glicemico, i cibi contenenti molti grassi saturi e gli alcolici. È bene inserire proteine e carboidrati in ogni pasto per bilanciarlo favorendo cibi che abbassano la glicemia, come ad esempio cereali integralimandorleverdure a foglia verde e semi oleosi.

2. Fare attività fisica regolare. L’esercizio fisico ha un effetto ipoglicemizzante perché stimola l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari togliendolo dal sangue. Il diabetico di tipo 2, facendo sport regolarmente, può guarire.

3. Migliorare la qualità del sonno. Per stabilizzare il ritmo sonno-veglia è importante dormire le giuste ore e favorisci il rilassamento, ad esempio assumendo la melatonina e tisane rilassanti.

4. Assumere degli integratori naturali: la natura offre moltissime piante che aiutano a stabilizzare, e in caso abbassare, i livelli di glucosio nel sangue, come ad esempio l’eucalipto, il mirto, il sambuco e la gimnema. Ottimo, ad esempio, l’integratore Fitoglucose Factors a base di estratti naturali che aiutano a metabolizzare gli zuccheri. Erba Vita propone invece Glicem Stop, un integratore in capsule che, grazie alla sua formula bilanciata con estratto di Olivo, favorisce il metabolismo dei carboidrati.

Per ricevere ulteriori consigli sui prodotti più adatti alle tue esigenze non esitare a contattarci e consulta lo shop online di Farmacia Uno.



© 2006 - 2021 Farmacia Santa Rita S.n.c. - Powered by Marketing Informatico