Depressione post parto

Cos’è la depressione post parto

La depressione post parto (o depressione puerperale) è un disturbo che colpisce, con diversi livelli di gravità, alcune neomamme ed esordisce generalmente in un arco di tempo che va dai sei mesi a un anno dopo il parto.

La neomamma si sente triste senza motivo, irritabile, facile al pianto, non all’altezza nei confronti degli impegni che la attendono come genitore. Il timore di essere considerate delle madri inadeguate, dovuta anche ad aspettative molto alte, può generare nelle neomamme il senso di colpa e la tendenza a non chiedere aiuto.

La depressione post partum presenta sintomi intensi e duraturi. Quanto dura la depressione post parto? La depressione post partum in genere dura più di 2 settimane ed è invalidante, interferendo con le attività della vita quotidiana.

Sintomi della depressione post parto

La depressione post parto consiste nella difficoltà delle neomamme di prendersi cura di se stesse e del bambino e i sintomi si sviluppano di solito nell’arco di alcuni mesi, ma possono anche avere un esordio più improvviso. La sintomatologia può comprendere:

  • Tristezza profonda
  • Cambiamenti repentini d’umore
  • Pianto irrefrenabile
  • Disturbi del sonno (insonnia o ipersonnia)
  • Perdita o aumento di appetito
  • Irritabilità
  • Mal di testa
  • Estrema stanchezza
  • Preoccupazioni eccessive o disinteresse nei confronti del bambino
  • Sensazione di non essere in grado di prendersi cura del bambino o di essere inadeguata come madre
  • Paura di danneggiare il bambino
  • Ideazione suicidaria
  • Ansietà o attacchi di panico

Cause della depressione post parto

Il periodo del post partum è caratterizzato da importanti cambiamenti fisici e ormonali. Dopo la nascita del bambino, i livelli di estrogeni e progesterone e degli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea possono subire un repentino abbassamento e questo può influire sull’umore della donna. Inoltre, la fatica del parto, sia quello naturale che cesareo, è tale che occorrono settimane prima che la donna che ha partorito possa recuperare le forze.

Il rischio che si cada in una depressione post partum aumenta se si presentano condizioni come le seguenti:

  • Depressione transitoria (baby blues), molto frequente durante la prima settimana successiva al parto e dura in genere dai 2 ai 14 giorni. I sintomi tipici sono: sbalzi d’umore rapidi, irritabilità, ansia, diminuzione della concentrazione, insonnia, crisi di pianto. Una depressione transitoria è Precedente diagnosi di depressione post partum;
  • Precedente diagnosi di depressione;
  • Storia familiare di depressione;
  • Stress significativi della vita (come conflitti coniugali, eventi stressanti, assenza del partner);
  • Mancanza di sostegno da parte del partner o dei membri della famiglia (come sostegno finanziario o aiuto nella cura dei figli);
  • Esiti ostetrici problematici (come aborto spontaneo precedente, parto pretermine, neonato ricoverato nell’unità di terapia intensiva neonatale, neonato con malformazione congenita);
  • Problemi con l’allattamento al seno

Come curare la depressione post parto

Il trattamento della depressione post parto comprende:

  • Ansiolitici
  • Antidepressivi
  • Psicoterapia

Le donne che manifestano la psicosi post partum possono avere bisogno di un ricovero in ospedale, di farmaci antipsicotici e antidepressivi.

Altre cure e rimedi per la depressione post partum che portano dei benefici significativi sono:

  • sport-terapia,
  • terapia della luce,
  • massaggi,
  • integratori di acidi grassi omega-3.

Un rimedio naturale per combattere la depressione post partum consiste nell’assumere sostanze naturali che si ritiene abbiano un effetto benefico. Tra le cure naturali c’è la rodiola (Rhodiola rosea), una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Crassulaceae. che si ritiene sia in grado di aumentare l’energia, la resistenza e la forza muscolari, migliorare l’attenzione e la capacità di ridurre la stanchezza in caso di stress.

Quando rivolgersi al medico

Si deve sospettare una depressione post partum, o altri disturbi mentali gravi, se le neomamme hanno:

  • Sintomi di depressione per più di 2 settimane e che interferiscono con le attività quotidiane
  • Pensieri suicidi o omicidi
  • Allucinazioni, deliri o comportamento psicotico

Se si presentano i segni tipici della depressione post partum, è necessario intervenire subito. Una depressione a lungo trascurata causa grande sofferenza sia per la donna che ne è affetta, sia per il suo bambino, che non riceve le cure e l’affetto di cui ha bisogno per crescere bene.

Consigli del farmacista

Per prevenire e anche per alleviare i primi sintomi di depressione post partum si può intervenire seguendo alcuni consigli, quali:

  • Cercare il contatto con gli altri e mantenere i rapporti sociali
  • Cercare aiuto nella gestione del neonato in modo da avere tempo e modo di riprendere le forze dopo il parto
  • Praticare tecniche di rilassamento e yoga
  • Praticare attività sportiva, anche semplici camminate quotidiane

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
© 2006 - 2021 Farmacia Santa Rita S.n.c. - Powered by Marketing Informatico