Fegato grasso

Fegato grasso

Cos’è il fegato grasso

Il fegato è la ghiandola più grande del nostro organismo e svolge molteplici funzioni tra cui lo smistamento e la sintesi dei grassi. Il fegato grasso, chiamato in termini scientifici steatosi epatica, è una condizione caratterizzata dall’accumulo dei grassi (trigliceridi) nelle cellule di questa ghiandola. Questo accumulo avviene in particolari condizioni di sovraccarico metabolico dovuto ad una dieta troppo ricca di grassi o all’abuso di alcol. Nella maggior parte dei casi questo disturbo è asintomatico ma, nel 10% dei casi la steatosi degenera in steatoepatite, un’infiammazione del fegato che può portare al rischio di cirrosi.

Fegato grasso sintomi

Generalmente questa condizione, che si palesa quando il peso dei trigliceridi supera del 5% il peso del fegato, è asintomatica ma con un’incidenza molto elevata nella popolazione. Si calcola che circa un italiano su tre ne soffra, in un range di età compreso tra 40 e 60 anni, anche se negli ultimi tempi si registrano casi in pazienti più giovani. Gli unici sintomi del fegato grasso sono i dolori che compaiono nel lato destro superiore della pancia ed un aumento delle transaminasi. Questi dolori sono temporanei e di scarsa intensità e, molto spesso, vengono confusi con dolori intestinali o della colecisti. Molti pazienti non si rendono conto di questo processo finché non si esegue un esame ecografico.

Cause fegato grasso 

Tra le cause di fegato grasso abbiamo già citato una dieta ricca di trigliceridi e l’abuso di alcol. Ci sono anche molte patologie strettamente correlate a questa condizione, sia riguardanti il peso, come l’obesità, che altre malattie metaboliche. Sebbene asintomatica e non pericolosa quando la percentuale di grassi accumulati supera il livello di tolleranza la steatosi epatica è un disturbo da tenere altamente sotto controllo poiché può portare a complicanze estremamente serie. Negli alcolisti questa condizione si trasforma inevitabilmente in un processo infiammatorio che porta alla cirrosi. Esiste anche la possibilità, molto più remota, che una steatoepatite (infiammazione, cicatrizzazione e morte delle cellule epatiche) si sviluppi anche in soggetti non alcolisti. Tra le più comuni cause di fegato grasso riscontriamo:

  • Obesità
  • Dieta squilibrata 
  • Alcolismo
  • Diabete di tipo 2 
  • Squilibri ormonali 
  • Digiuno prolungato 
  • Dieta ipocalorica
  • Esposizione a sostanze tossiche 

Dieta per il fegato grasso

La dieta per il fegato grasso è un fattore essenziale se consideriamo che la stragrande maggioranza delle cause di questa condizione è legata ad abitudini alimentari scorrette. Quando si riscontra la presenza di fegato grasso è importante equilibrare il proprio regime alimentare evitando l’utilizzo di grassi animali, compresi burro e latticini, carne rossa, margarina e alcool. I grassi vegetali, sebbene meno dannosi, sono comunque da tenere sotto stretta moderazione. Un’alimentazione ricca di pesce e legumi contribuisce a disintossicare il fegato, in special modo se associata ad un’attività fisica costante.

Rimedi per il fegato grasso

Quando si parla di rimedi per il fegato grasso ci si riferisce maggiormente ad una sana alimentazione, poiché le terapie farmacologiche sono quasi del tutto assenti. Generalmente l’assunzione di farmaci si prescrive quando questa condizione è dovuta ad un’altra patologia come nel caso del diabete. Altri farmaci possono essere utilizzati per tenere sotto controllo il colesterolo e le transaminasi.

Quando rivolgersi ad un medico

Considerando che il fegato grasso è una condizione del tutto asintomatica bisogna eseguire controlli di routine e fare molta attenzione se, periodicamente, si avvertono dolori nella zona destra dell’addome. Se ciò accade è bene recarsi da un medico che potrà prescrivere un’ecografia del fegato o analisi del sangue.

Consigli del farmacista

Il consiglio migliore quando si soffre di fegato grasso è quello di seguire una dieta molto equilibrata, sostituendo grassi di origine animale e carne rossa con pesce e legumi. L’attività fisica ricopre un ruolo fondamentale nel mantenimento di questa condizione. Assumere integratori di vitamina B12 può essere un valido aiuto per il nostro organismo e la salute del nostro fegato. Molto importante è effettuare controlli regolari per valutare lo stato di questa patologia.

Leggi tutto

5 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

5 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Ministero della Salute - Clicca qui per verificare se questo sito web è legale
Codice univoco assegnato dal Ministero della Salute: 13127
Data inizio attività: 29-06-2016
Documento di autorizzazione: scarica il documento