Fibroadenoma

Fibroadenoma

Cos’è il fibroadenoma 

Il fibroadenoma è la forma più diffusa di tumore benigno al seno che si forma, generalmente, negli anni in cui la donna è fertile. Questo tumore benigno si presenta come un nodulo dalla superficie liscia e di consistenza variabile; in alcuni casi è rigido mentre in altri gommoso. Colpisce le mammelle (ghiandole mammarie) delle giovani donne in un range di età che si attesta tra i 15 ed i 30 anni e, nella maggior parte dei casi non è da considerarsi una condizione pericolosa ma necessita di un monitoraggio costante, soprattutto nel caso in cui ne compaia più di uno. Il fibroadenoma può essere classificato in due tipi diversi:

  • Fibroadenoma semplice: Massa cellulare che si manifesta stabile o si può ridurre durante il corso della vita, priva di rischi;
  • Fibroadenoma complesso: neoplasia benigna da tenere sotto controllo periodo poiché, se si presenta in maniera multipla, in alcuni casi può portare alla comparsa di un tumore maligno al seno;

Sintomi del fibroadenoma

Il fibroadenoma è una massa, solida o gelatinosa, che si presenta asintomatica nella quasi totalità dei casi. La diagnosi però può essere tranquillamente eseguita tramite l’esame obiettivo perché questo disturbo presenta delle caratteristiche riconoscibili alla palpazione. Le dimensioni dei noduli possono essere variabili, da 1-3 centimetri nei casi più comuni fino al picco di 10 - 15 centimetri di diametro nel caso di fibroadenoma gigante. Nel corso del tempo il fibroadenoma può aumentare di volume, in special modo durante la gravidanza, può rimanere stabile o ridursi. Tra i sintomi del fibroadenoma troviamo:

  • Contorni ben definiti e regolari
  • Rigido o gommoso 
  • Solitamente indolore
  • Al tatto assomiglia ad una biglia o un nodulo

In alcuni casi i fibroadenomi possono risultare dolorosi ed in quel caso è bene rivolgersi ad un medico.

Cause del fibroadenoma

Il fibroadenoma è una condizione di natura idiopatica, ossia non se ne conosce la causa. Secondo gli studi più accreditati il suo sviluppo potrebbe dipendere da una risposta anomala agli ormoni sessuali femminili, gli estrogeni. Quando nell’organismo sussiste una concentrazione molto elevata di estrogeni, questa condizione favorisce la comparsa di fibroadenomi, per tal motivo l’incidenza di questo disturbo è elevata tra le donne in età fertile, specialmente quelle più giovani, mentre non compare, se non in rari casi dopo la menopausa, stadio della vita in cui il livello di estrogeni cala visibilmente.

Fibroadenoma dopo i 40 anni

La comparsa di fibroadenoma dopo i 40 anni è più rara ma non impossibile. Questo dipende da molti fattori, tra cui anche la possibilità che i livelli di estrogeni di una donna siano più alti rispetto alla media delle donne in quell’età. Generalmente nelle donne giovani all’interno della mammella il tessuto ghiandolare prevale su quello adiposo, dopo i 40 anni, a causa dei cambiamenti fisiologici del corpo umano accade il contrario, ossia il tessuto adiposo prevale su quello ghiandolare. La comparsa di questo nodulo, superati i 40 è da tenere sempre sotto stretto controllo poiché, con l’aumentare dell’età, aumenta anche il rischio di sviluppare un tumore maligno al seno.

Fibroadenoma vascolarizzato

La ghiandola mammaria è formata da tessuto ghiandolare, tessuto adiposo e tessuto fibroso. Il fibroadenoma, come tutti i tumori benigni, è composto da una massa anomala di cellule che prolifera in maniera molto lenta, non ha la capacità di invadere i tessuti circostanti e non si diffonde per l’organismo. I fibroadenomi sono ben incapsulati all’interno della mammella e non hanno vascolarizzazione, ossia sono sprovvisti di vasi sanguigni che forniscono nutrienti al nodulo e possono farlo crescere senza controllo (quello che accade con i tumori maligni). Se dopo una mammografia risulta essere presente un fibroadenoma vascolarizzato il medico consiglierà sempre la rimozione chirurgica per evitare qualsiasi tipo di complicanza.

Rimedi per il fibroadenoma 

Nella maggior parte dei casi, dopo tutte le analisi e le indagini tra cui mammografia e biopsia del nodulo, i rimedi per il fibroadenoma sono di tipo conservativo. Si monitora la situazione con controlli periodici senza nessun tipo di pericolo. Nel caso in cui però questo nodulo si dovesse presentare con dolore, grandi dimensioni o fosse vascolarizzato il medico potrebbe consigliare la rimozione chirurgica. L’operazione per il fibroadenoma non comporta la rimozione del tessuto mammario perché, come detto in precedenza, il nodulo è ben incapsulato all’interno della mammella e non lascia segni evidenti anche in caso di fibroadenomi di grosse dimensioni poiché questa “biglia” tende a comprimere il tessuto circostante e, una volta rimossa, la ghiandola espanderà il proprio tessuto tornando alla forma originale. 

Quando rivolgersi ad un medico

È sempre consigliato rivolgersi ad un medico quando si nota una massa sul proprio seno o, se si è già a conoscenza della presenza di un fibroadenoma ma sono variate le dimensioni. Il medico provvederà a prescrivere tutte le analisi per accertare la natura di questo nodulo.

Consigli del farmacista

Quando si presenta un fibroadenoma per la prima volta è sempre obbligatorio rivolgersi ad un medico per valutarne la natura. Se questo nodulo è innocuo non significa che vada trascurato, i controlli di routine sono molto importanti per capire l’evoluzione di questo disturbo e se si dovrà o meno procedere con la chirurgia. Dopo i 40 anni lo screening mammario è davvero molto importate per controllare la salute dei seni e prevenire o intervenire tempestivamente all’insorgenza di qualsiasi disturbo. 

Leggi tutto

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Ministero della Salute - Clicca qui per verificare se questo sito web è legale
Codice univoco assegnato dal Ministero della Salute: 13127
Data inizio attività: 29-06-2016
Documento di autorizzazione: scarica il documento