Ernia del disco

Cos’è l’ernia del disco

L’ernia del disco indica un problema che si manifesta ad uno dei cuscini gommosi che si trovano tra le vertebre e che supportano e sostengono la colonna vertebrale.

Un disco intervertebrale ha un centro morbido e gelatinoso, detto nucleo polposo, racchiuso in uno esterno più duro e gommoso, chiamato anulus fibroso. L’ernia si verifica quando il disco si danneggia e perde la sua capacità di ammortizzare gli urti e le tensione sulla colonna. A seconda di dove si trova il problema, può provocare dolore e intorpidimento di braccia o gambe. Nei casi di sintomi non evidenti o comunque di natura lieve, non è necessario l’intervento; la somministrazione di alcuni farmaci, accompagnati da una specifica fisioterapia, può risolvere tranquillamente il problema.

Ernia del disco: i sintomi

L’ernia del disco più comune è quella lombare, sebbene non sia insolito riscontrare anche delle ernie cervicali.

I sintomi dell’ernia variano in base a quale disco viene danneggiato e alla pressione sui nervi.

Quando l’ernia del disco lombare viene compromessa, è possibile riscontrare dolore e intorpidimento nella zona interessata, ma non solo, infatti, la sofferenza può espandersi fino a:

  • Gambe;
  • Glutei;
  • Polpaccio;
  • Piede.

Nel caso di un ernia cervicale sarà più facile riscontrare sensazioni di dolore e intorpidimento alle spalle e alle braccia, i muscoli colpiti dall’ernia possono indebolirsi dando, così, problemi alla coordinazione e alla deambulazione.

Può succedere, inoltre, che un’ernia non mostri sintomi evidenti e che non ci sia bisogno di grandi interventi, tuttavia, nei casi più gravi, è necessario operare.

Cause dell’ernia del disco

L’ernia del disco è la conseguenza più diffusa del processo di invecchiamento e della naturale degenerazione del disco, viene chiamata anche discopatia del disco. Con l’avanzare dell’età, infatti, i dischi diventano meno flessibili e più inclini a lacerarsi o rompersi, anche con un minimo sforzo o torsione. Nonostante ciò, vi sono alcuni elementi che rappresentano fattori di rischio per la comparsa di un’ernia:

  • Lavori in cui si è costretti ad effettuare sforzi ripetuti;
  • Colpi o incidenti alla colonna;
  • L’obesità del paziente che carica peso sulla colonna, rendendola più sensibile allo sviluppo di ernie;
  • Fattori ereditari genetici che possono rendere il soggetto sensibile.

Nella maggior parte dei casi è difficile identificare un momento preciso dovuto all’origine dell’ernia. È fondamentale discutere con il medico per identificare i comportamenti da evitare per la propria salute.

Ernia del disco: cure e trattamenti

Il tipo di terapia iniziale per il trattamento di un’ernia è solitamente di tipo conservativo. Questo comprende un trattamento atto a non peggiorare la situazione e ad eliminare i fattori di rischio, cercando, allo stesso tempo, di migliorare la salute del paziente evitando, così, interventi intrusivi.

La terapia conservativa consiste nella somministrazione di farmaci antinfiammatori per la riduzione del dolore, abbinata a ginnastica posturale per l’ernia del disco, indispensabile per correggere il tono muscolare e ridurre lo stress della colonna vertebrale.

Ernia del disco: cure naturali

Dopo aver consultato lo specialista ed aver concordato la terapia da seguire, potrebbe essere necessario integrare dei rimedi naturali per la cura dell’ernia del disco:

  • Seguire una dieta a base di collagene (brodi di ossa animali);
  • Assumere integratori a base di omega 3 e curcumina per ridurre l’infiammazione.

Quando operare l’ernia del disco

Nel momento in cui i sintomi compromettono eccessivamente la qualità della vita, è vantaggioso discutere con il medico per un eventuale intervento chirurgico.

Se la terapia conservativa, quindi, non è stata sufficiente a migliorare lo stato di salute, è utile ricorrere ad ulteriori procedure per la risoluzione del disturbo:

  • Laminectomia, attraverso cui vengono rimosse le ossa compromesse per ridurre la pressione sui nervi infiammati;
  • Discectomia, procedimento che rimuove il disco e il dolore;
  • Inserimento di un disco artificiale;
  • Intervento di fusione spinale.

Quando andare dal medico

Nel caso ci sia dolore cervicale o lombare, oppure sensazioni di intorpidimento su braccia e gambe, contattare lo specialista è sicuramente d’aiuto per un’analisi più approfondita.

Consigli del farmacista

Evitare gli sforzi eccessivi e fare una dieta equilibrata sono alla base di una buona salute.

È, inoltre, importante evitare il più possibile i fattori di rischio. Con l’avanzare dell’età, infatti, bisogna cercare di controllare periodicamente lo stato delle ossa, in modo tale da mantenere il corpo sano.

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
© 2006 - 2021 Farmacia Santa Rita S.n.c. - Powered by Marketing Informatico