Ipertensione

Cos’è l’ipertensione

L’ipertensione è caratterizzata da pressione sanguigna alta, superiore alle normali esigenze dell’organismo. Se non curata, l’ipertensione arteriosa aumenta con il rischio di avere delle conseguenze mediche importante come:

  • malattie cardiovascolari come angina e infarto
  • ischemia cardiaca attacchi ischemici cerebrali e ictus
  • aneurismi e arteriopatie obliteranti.

L’ipertensione può coinvolgere i polmoni (ipertensione polmonare) ed è determinata da un aumento della pressione del sangue all’interno dei vasi arteriosi del polmone per la distruzione, l’ispessimento parietale, il restringimento o l’ostruzione dei vasi stessi. Per questa condizione medica, il ventricolo destro che ha il compito di pompare sangue verso i polmoni, ha un sovraccarico di pressione e volume, che può portarlo ad una insufficienza contrattile e allo scompenso.

Se non trattata in modo corretto, l’ipertensione polmonare può degenerare portando ad un ulteriore restringimento dei vasi sanguigni e aggravando i sintomi tipici della patologia.

Sintomi dell’ipertensione

A volte l’ipertensione è asintomatica e viene scoperta casualmente dopo una visita medica effettuata per altri motivi. Quando l’ipertensione non è stabile, ma si manifesta con crisi parossistiche, possono comparire alcuni segni come:

  • vampate di calore con arrossamento della cute del volto e del collo,
  • cefalea,
  • cardiopalmo.

In alcuni casi sintomi di ipertensione arteriosa sono anche:

  • mal di testa persistente;
  • disturbi della vista (visione offuscata o doppia);
  • sangue dal naso;
  • mancanza di respiro;
  • cefalea, avvertita soprattutto al mattino al risveglio;
  • vertigini;
  • ronzii.

I sintomi dell’ipertensione polmonare possono comprendere:

  • Respirazione difficoltosa (specialmente durante gli sforzi fisici);
  • Stanchezza o affaticabilità;
  • Svenimenti.

Negli stadi avanzati della patologia la respirazione difficoltosa può manifestarsi anche a riposo e si può avvertire un dolore al petto segno di sofferenza cardiaca e un ristagno di liquidi agli arti inferiori.

 

Cause dell’ipertensione

Le cause dell’ipertensione possono essere:

  • stress;
  • scarsa attività fisica;
  • obesità;
  • dieta scorretta, povera di frutta e verdura e ricca di cibi salati;
  • abuso di caffè;
  • età avanzata (oltre i 65 anni);
  • malattie renali;
  • diabete;
  • restringimento delle arterie.

L’ipertensione polmonare è spesso associata a:

    • Malattie polmonari come l’enfisema, la fibrosi polmonare, la broncopneumopatia cronica ostruttiva e la patologia respiratoria legata ai disordini del sonno (apnee notturne).
    • Embolia polmonare.
    • Difetti cardiaci congeniti o malattie del cuore sinistro (valvulopatie, grave insufficienza cardiaca).
    • Anemia emolitica cronica (anemia falciforme).
    • Malattie croniche del fegato con ipertensione portale.

 

Trattamento e rimedi per l’ipertensione

La cura per l’ipertensione prevede:

  • dieta con riduzione dell’apporto calorico e del sodio,
  • abolizione del fumo e del caffè,
  • evitare strapazzi fisici e occasioni di tensione psichica.

Oltre al cambiamento di stile di vita, la cura per l’ipertensione comporta un trattamento con:

  • farmaci sedativi;
  • diuretici, che contengono sostanze capaci di favorire la filtrazione renale;
  • farmaci che riducono il tono delle arteriole.

Esistono poi alcuni rimedi naturali che abbassano la pressione sanguigna come basilico, cannella, cardamomo, il biancospino.

Anche lo zenzero può essere utile per controllare la pressione sanguigna perché migliora la circolazione e rilassa i muscoli che circondano i vasi sanguigni, abbassando la pressione.

 

Come curare l’ipertensione con la dieta

Se si soffre di pressione alta è bene ridurre la quantità di sale nei cibi, perché impedisce di abbassare la pressione sanguigna. Si consiglia di seguire una dieta sana a base di:

  • proteine ​​magre
  • legumi
  • cereali integrali
  • latticini a basso contenuto di grassi
  • frutta e verdura.

In particolare ecco gli alimenti che aiutano a ridurre la pressione sanguigna:

  • Verdure a foglia verde, in particolare il potassio aiuta i reni a liberarsi di più sodio attraverso l’urina.
  • Mirtilli, lamponi e fragole. Sono ricchi di composti naturali chiamati flavonoidi che si ritiene possano prevenire l’ipertensione e aiutare a ridurre la pressione sanguigna.   Barbabietole rosse sono ad alto contenuto di ossido nitrico, che può aiutare ad aprire i vasi sanguigni e abbassare la pressione sanguigna.
  • Farina d’avena. Ricca di fibre, con basso contenuto di grassi e di sodio. Mangiare la farina d’avena per colazione è un ottimo modo per iniziare la giornata. Immergere 1/2 tazza di fiocchi d’avena e 1/2 tazza di latte. Al mattino, mescolare e aggiungere bacche, muesli e cannella a piacere.
  • Aglio può aiutare a ridurre l’ipertensione aumentando la quantità di ossido nitrico nel corpo, il quale aiuta a promuovere la vasodilatazione, per ridurre la pressione sanguigna.
  • Pistacchi. Sono un modo salutare per ridurre la pressione sanguigna riducendo la resistenza vascolare periferica, il serraggio dei vasi sanguigni e la frequenza cardiaca.
  • Olio d’oliva. Contiene polifenoli, che sono composti antinfiammatori che possono contribuire a ridurre la pressione sanguigna.

Quando andare dal medico

Se si avvertono i sintomi tipici della pressione sanguigna alta, è bene rivolgersi al farmacista per misurare la pressione con un misuratore specifico e al medico per ulteriori accertamenti clinici.

L’ipertensione viene diagnosticata con la misurazione della pressione arteriosa, eseguita da personale specializzato. I valori normali di pressione sono inferiori a 80-90 mmHg per la pressione minima e 120-140 mmHg per la massima.

Le analisi di laboratorio utili per diagnosticare la patologia sono gli esami del sangue e delle urine.

Consigli del farmacista

Si può prevenire l’ipertensione con una dieta sana, povera di sodio e ricca di frutta e verdura, ma anche svolgendo regolare esercizio fisico, mantenendo un peso sano e bevendo alcolici con moderazione.

Per evitare stress fisico e mentale si consiglia di eseguire terapie di rilassamento e gestire lo stress con la meditazione o lo yoga.

Si possono anche assumere integratori con Omega-3, grasso polinsaturo essenziale che ha contribuisce a normalizzare la pressione

17 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

17 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
© 2006 - 2021 Farmacia Santa Rita S.n.c. - Powered by Marketing Informatico